A scuola con Tsomo

Testimonianza_adozioni_a_distanza

Il mio percorso di adozione a distanza con Asia Onlus è iniziato nel 2016 quando ascoltai a Radio3 un’intervista rilasciata dal direttore dell’associazione Andrea Dell’Angelo. Due passaggi di quella intervista mi colpirono in modo determinante: il racconto della drammatica situazione del Nepal dopo il terremoto del 2015 e l’attenzione primaria di Asia Onlus nel dare un’istruzione scolastica ai bambini.

L’impressione fu talmente forte da convincermi ad aderire subito al progetto di sostegno a distanza. Trascorso qualche mese dall’inizio mi fu recapitato il primo plico contenente una cordialissima lettera di Tsultrim Sangmo, la direttrice della scuola Manasarovar, e alcuni fogli di esercizi e disegni di Dorjee, la bambina che mi era stata assegnata. Oltre all’emozione per quel primo riscontro ebbi la conferma di aver aderito ad un progetto valido ed efficace.

Con il passare del tempo è nata spontaneamente la curiosità di conoscere personalmente la bambina, la scuola e la famiglia. Non avevo mai visitato il Nepal e il proposito di farlo nel momento in cui i nepalesi stavano lottando per superare le difficoltà causate dal terremoto mi sembrava propizio per un Paese che si sostiene in buona parte con il turismo.

Ho avuto uno scambio di mail molto fitto e cordiale con Tsultrim Sangmo che mi ha aiutato a trovare la scuola nell’intrigata rete di strade di Kathmandu. Appena arrivato a scuola non ho avuto il tempo di guardarmi intorno, ho visto solo una bambina corrermi incontro e abbracciarmi. Era Tsomo che mi attendeva nell’atrio della scuola. Il suo sorriso, la sua gioia e la sua carica di energia le ho fissate in una foto in cui fa il segno della vittoria. Sono rimasto tutta la mattinata in compagnia di Tsomo. Abbiamo giocato a palla nell’atrio, siamo andati a visitare i suoi compagni di classe e mi ha fatto conoscere la sua sorellina gemella, Drolma.

Durante la giornata ho potuto assistere a un’esibizione di canti e danze tradizionali da parte dei bambini e ho partecipato al pranzo collettivo. Ho avuto anche l’inatteso privilegio di conoscere il Responsabile Nazionale di ASIA Onlus in Nepal, Riccardo Montanari, che mi ha parlato di uno dei progetti che sta portando avanti l’Associazione per la costruzione di un sistema idrico in una zona remota del Nepal.

Testimonianza_Manasarovar
Testimonianza_adozioni_asia_onlus

I genitori di Dorjee erano stati avvisati dalla scuola della mia visita e avevano piacere di avermi a pranzo a casa loro un giorno. Ero molto contento ed emozionato per l’invito ma ero anche un po’ preoccupato perché sapevo che solo il papà di Tsomo conosceva un po’ di inglese per averlo imparato quando da ragazzo era stato monaco in un monastero buddista. La mamma non ha ricevuto un’istruzione e non conosce l’inglese. Ho accettato l’invito al di là di qualsiasi barriera linguistica perché il desiderio di conoscerli era nettamente prevalente.

Abbiamo fissato il pranzo per il sabato che in Nepal corrisponde al giorno festivo della settimana. Quando ci siamo trovati di fronte è bastato poco per superare le difficoltà della lingua e qualsiasi forma di diffidenza. L’accoglienza che ho ricevuto nella loro casa è stata molto calorosa, mi sono sentito a mio agio. Le bambine erano cariche di energia e contente di avermi come ospite in casa loro. Con Sonam, il papà, ho stabilito una buona intesa. Quel poco di inglese che conosceva ci ha permesso di avere uno scambio molto intenso di informazioni ed esperienze. Sonam, di professione, è un pittore di Tangka, le immagini sacre che rappresentano le divinità nepalesi. La madre, Lhamo, si occupa della casa e delle bambine.

La mia visita alla famiglia si è conclusa nel pomeriggio con una foto di gruppo e un caloroso abbraccio sollecitato da Sonam in deroga a quelle che sono le normali usanze nepalesi che non prevedono il contatto fisico. Nonostante le condizioni di povertà in cui vive la famiglia erano tangibili una grande dignità e una forte determinazione a migliorare la propria condizione. Questi genitori hanno messo l’istruzione delle bambine al centro dei loro obiettivi di miglioramento.

Desidero ringraziare con tutto il cuore Tsultrim Sangmo e la sua collaboratrice Bijaya Kumari Khanal per la cordialità e l’amicizia con cui mi hanno accolto a scuola e aiutato a conoscere Tsomo e la sua famiglia.

Maurizio D’Albero (Aprile 2018)

PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9MLTBXazl0QnVLQT9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9ERThoVmtULV9tST9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9IaF9rUVVwVEV0UT9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC80bE9Fb0doTjZOND9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
Nepal: ricostruiamo le scuole

ASIA è sul posto dai primi giorni dopo il terremoto. E passata l’emergenza, non se n’è andata. È rimasta per dare una mano a ricostruire il futuro di molti bambini, a partire dalle scuole.

Fai un gesto che farà scuola

NEPAL Rebuild the schools

Let's rebuild together the schools destroyed by the earthquake.Now we need your help. The schools will be a safe place where the children can learn to grow up and will be protected from child trafficking.

Do something generous and donate now.