Un viaggio per il Nepal

  • Viaggio in Ladakh
  • Viaggio in Sri Lanka
  • Viaggio in Tibet
  • Viaggio in Nepal

14 lug Un viaggio per il Nepal



Il governo nepalese  ha lanciato un appello alla comunità internazionale: ricominciare a viaggiare in Nepal. Il turismo è  la principale risorsa economica del paese e tornare a viaggiare in Nepal è un aiuto concreto che si può dare alla popolazione nepalese. ASIA ha deciso di avviare una collaborazione con due accademici, grandi conoscitori e amanti del Nepal che da oltre 8 anni organizzano viaggi in Nepal, Ladakh, Tibet e altri Paesi asiatici: Chiara Bellini e Alessandro Boesi.

Il Viaggio

Dal 14 al 25 novembre 2015 si percorreranno diverse tappe geografiche e culturali della valle del Nepal: da Kathmandu a Changu Narayana, Swayambhu; dalla collina dove sorge il più antico stupa (IV sec. d.C.) buddhista della Valle a Panauti, un tranquillo villaggio a 36 km da Kathmandu.

Lo scopo di questo itinerario è di conoscere l’antica e affascinante cultura nepalese. Le due principali religioni della Valle, induismo e buddhismo, e le espressioni artistiche e culturali che esse hanno ispirato saranno i temi principali del soggiorno. Sviluppatesi l’una in seno all’altra, queste religioni hanno condizionato interamente la vita, i costumi, il sapere medico e, più in generale, le tradizioni dell’antico popolo dei newar, ossia gli abitanti autoctoni della Valle.

Entreremo in contatto con l’antica tradizione medica himalayana, visitando alcuni centri di medicina e imparando a identificare le principali piante medicinali che hanno dato origine alla farmacopea tradizionale.

Questo viaggio in Nepal sarà un’occasione per cogliere da vicino i principali aspetti della civiltà nepalese e delle sue manifestazioni culturali e religiose, attraverso la sua storia e la sua gente, ma soprattutto per dare un gesto concreto di solidarietà. Una quota del viaggio sarà destinata ai progetti di ASIA in Nepal. 

Il Programma

14 novembre.
Partenza dall’Italia

15 novembre.
Arrivo a Kathmandu. Pomeriggio di riposo con passeggiata. Cena in uno dei tipici ristoranti del quartiere di Thamel.

16 novembre.
Visita del santuario induista di Budhanilkantha e del villaggio di Changu Narayana, dove sorge il più importante tempio della Valle dedicato al dio Vishnu, la cui origine risale al IV secolo d.C.

17 novembre.
Visita di Swayambhu, la collina dove sorge il più antico stupa (IV sec. d.C.) buddhista della Valle; al ritorno, visita della Piazza Reale di Kathmandu.

18 novembre.
Giornata a Patan, l’antica Lalitpur, “città della bellezza”. Visita del Tempio d’Oro e della Piazza Reale con i suoi templi e palazzi. Pranzo all’interno del Palazzo Reale, oggi sede dell’importante Museo di Lalitpur, e visita del museo stesso. Tempo libero per visitare i quartieri storici della città.

19 novembre.
Visita del grande stupa di Bodhnath (VIII sec. d.C.) e dei vari templi e monasteri buddhisti tibetani che lo circondano. Pranzo su una delle terrazze panoramiche dei piccoli ristoranti che circondano il sito. Nel pomeriggio visita a Pasupatinath, il più importante santuario induista dedicato a Shiva. Il sito sorge sulle rive di uno dei fiumi sacri della valle e qui, sulle gradinate di Pasupatinath, è talora possibile assistere, discretamente, alle cremazioni funebri.

20 novembre.
Visita di Badgaon, l’antica cittadina di Baktaphur, “città del riso”. Visiteremo i suoi splendidi templi, tra cui il celebre Nyatapola, il più alto tempio del Nepal, e passeggeremo liberamente per la cittadina, completamente pedonale, considerata un gioiello nella Valle del Nepal.

21 novembre.
Visita del centro di medicina tradizionale tibetana di Chhetrapati (Kathmandu). Al termine, visita di alcuni negozi, tra il quartiere di Thamel e Basantapur, specializzati nella vendita di piante medicinali. Nel pomeriggio verrà visitato uno dei progetti di ASIA, guidati dai nostri cooperanti.

22 novembre.
Visita del tempio di Dakshinakali, dedicato alla sanguinaria dea Kali, dove vengono effettuati quotidianamente sacrifici animali. Proseguiamo per il Giardino Botanico di Godawari, situato tra le foreste che ricoprono il Pulchoki (2715 m), la collina più elevata tra quelle che circondano la valle di Kathmandu.

23 novembre.
Escursione a Panauti, un tranquillo villaggio a 36 km da Kathmandu. Visita al tempio di Indreshwar Mahadev, probabilmente il più antico conservato della Valle. Panauti, offre la possibilità di osservare lo svolgimento della vita quotidiana in un centro abitato meno aggredito dal traffico e dal turismo. Proseguiamo per Dhulikel (7 km), antico villaggio Newar (1550metri), che offre spettacolari vedute sulla catena Himalayana.

24 novembre.
Giornata libera

25 novembre.
Partenza da Kathmandu in mattinata e arrivo in Italia in serata.

Spesa prevista: 1200 euro (di cui 100 euro andranno a sostegno di ASIA)
Supplemento singola 150 euro

La spesa comprende:
Alloggio e prima colazione.
Trasferimenti per tutto il tour.
Assistenti culturali: Chiara Bellini e Alessandro Boesi

La spesa non comprende:
Volo aereo: 750-900 euro
Visto nepalese 25 USD
Pranzi e cene: 200 euro circa.
Biglietti d’entrata per visita monumenti, templi, e musei: circa 70 euro
Mance
Assicurazione

Per maggiori informazioni
Chiara Bellini: bellinichiara@hotmail.com  cell 348 0350962
Alessandro Boesi: alessandro.boesi@gmail.com  cell 333 7450952



PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9MLTBXazl0QnVLQT9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9ERThoVmtULV9tST9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9IaF9rUVVwVEV0UT9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC80bE9Fb0doTjZOND9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
Nepal: ricostruiamo le scuole

ASIA è sul posto dai primi giorni dopo il terremoto. E passata l’emergenza, non se n’è andata. È rimasta per dare una mano a ricostruire il futuro di molti bambini, a partire dalle scuole.

Fai un gesto che farà scuola

NEPAL Rebuild the schools

Let's rebuild together the schools destroyed by the earthquake.Now we need your help. The schools will be a safe place where the children can learn to grow up and will be protected from child trafficking.

Do something generous and donate now.