Il monastero di Dzolung

In Tibet siamo riusciti a preservare uno dei luoghi sacri più importanti, ma ora i monaci che vivono nel Monastero di Dzolung sono in grave difficoltà.

Lavoriamo con i monaci di Dzolung dal 1999 e  siamo riusciti a fare tanto grazie ai nostri donatori: dalla costruzione un Collegio di Pratica e alla copertura delle spese di cibo, alloggio, riscaldamento, cure mediche, libri.

In questo monastero abbiamo distribuito oggetti per la vita quotidiana: letti, tavoli, librerie… Ma la sopravvivenza di questo monastero continua ad essere  in pericolo: i monaci hanno difficoltà a procurarsi cibo e abiti e rischiano di ammalarsi perché non hanno più risorse per riscaldarsi adeguatamente.

Il loro futuro e quello della cultura spirituale tibetana dipende anche da te, aiutali con l’adozione a distanza.

Questo progetto si basa sul sostegno individuale:  il sostenitore adotta a distanza un bambino o un monaco,  con il quale può creare un rapporto reale e personale attraverso la corrispondenza e i viaggi nel luogo in cui vive la persona che sta aiutando.

Lavoriamo qui dal 1999 e siamo riusciti a:

  • costruire un Collegio di Pratica;
  • fornire ciboalloggio e riscaldamento;
  • garantire cure mediche.

 

Ma le emergenze non sono finite…

Insieme dobbiamo continuare a fornire:

  • cibo,
  • riscaldamento
  • cure mediche

 

I monaci che vivono in questo scrigno di spiritualità hanno bisogno del nostro aiuto ora. 

Dzolung è un piccolo monastero che segue la tradizione Sakyapa.

Qui visse A-Yu Khadro, la maestra yogini di Chögyal Namkhai Norbu, che passò gran parte della sua vita in una grotta dietro all’attuale Monastero.

A-Yu Khadro morì nel 1953 all’età di 115 anni, la sua reincarnazione (tulku) ancora oggi vive nel Monastero.

Bastano 80 centesimi al giorno per provvedere ai bisogni primari di un Monaco, se ci pensi è meno di un caffè al giorno.

Adotta un monaco
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9MLTBXazl0QnVLQT9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9ERThoVmtULV9tST9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9IaF9rUVVwVEV0UT9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iODUzIiBoZWlnaHQ9IjQ4MCIgc3JjPSIvL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC80bE9Fb0doTjZOND9zaG93aW5mbz0wIiBmcmFtZWJvcmRlcj0iMCIgYWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPjwvaWZyYW1lPg==
Nepal: ricostruiamo le scuole

ASIA è sul posto dai primi giorni dopo il terremoto. E passata l’emergenza, non se n’è andata. È rimasta per dare una mano a ricostruire il futuro di molti bambini, a partire dalle scuole.

Fai un gesto che farà scuola

NEPAL Rebuild the schools

Let's rebuild together the schools destroyed by the earthquake.Now we need your help. The schools will be a safe place where the children can learn to grow up and will be protected from child trafficking.

Do something generous and donate now.